Cosa c’è di meglio di una vacanza nella Grande mela, meta di shopping, vita notturna e  moda,  ma soprattutto arte e cultura?

La città, non a caso è considerata la “Capitale del Mondo”: visitandola potrete restare sorpresi e affascinati dalla straordinaria maestosità e bellezza di monumenti, grattacieli, ponti, chiese, musei, negozi, vita notturna, parchi, storia e folclore tenendo presente che non basterebbe un mese intero per visitare tutta New York e, perciò, la cosa fondamentale durante un viaggio nella Big Apple sarà quella di ottimizzare i tempi scegliendo i luoghi migliori da visitare per rifarvi gli occhi e scoprire gli elementi culturali che caratterizzano la filosofia di vita newyorkese.

Innanzi tutto l’Empire State Building, edificio in stile Art Deco costruito nel 1931 e considerato l’icona di New York,  al quale accorrono ogni giorno migliaia di turisti per poter scrutare la città dall’alto dei suoi 381 metri ( considerando l’antenna televisiva posta sulla sua sommità sono 443). Il grattacielo è il secondo edificio più alto degli Stati Uniti D’America ed è apparso in moltissimi film tra cui King Kong: evitate gli orari di maggiore affluenza perché potreste imbattervi in code lunghissime per accedere al ponte d’osservazione all’87 pianoDopo esservi persi nell’immensità della Grande Mela vista dall’alto, potrete dirigervi a Central Park, il polmone verde situato al centro di Manhattan la cui caratteristica principale è quella di essere completamente circondato dai muri dei grattacieli e di essere il primo parco realizzato in una cittadina americana (1856) . Al suo interno trovano posto numerosi laghetti, sentieri e collinette che, sebbene sembrino naturali, sono in realtà opera dell’uomo e si può usufruire di tour gratuiti offerti dal Central Park Conservancy.

Proseguendo nell’itinerario, si possono visitare le tre isole ubicate nella Upper di New York Bay prendendo il traghetto che parte da Battery Park.  La prima isola, Ellis Island, tra il 1892 ed il 1954, era una stazione di sosta per gli immigrati. Dal 1980 ospita il Museo dell’Immigrazione dove,  al piano terra, è possibile vedere la Baggage Room,  sala nella quale venivano accolti gli immigrati; al secondo piano invece si trova la Registry Room, ampio salone nel quale gli immigrati venivano sottoposti a visite mediche e registrati. Sempre con il traghetto potrete raggiungere la piccola Liberty Island dove,  a naso all’insù, potrete ammirare il simbolo indiscusso della città di New York, ovvero la Statua della Libertà che svetta sull’isolotto con un altezza complessiva di  93 metri, raffigurante una donna (vestita con una lunga toga) che sorregge una fiaccola, simbolo della libertà e un libro con incisa la data del 4 luglio 1776, data dell’Indipendenza Americana. Ai suoi piedi vi sono delle catene spezzate, simbolo della liberazione dal tiranno e, attualmente,  è possibile arrivare alla fiaccola con un ascensore interno, o a piedi per mezzo di una scala interna dalla quale si può godere dell’immensa vista. Questa meraviglia è opera di Gustave Eiffel e venne donata dalla Francia agli Stati Uniti d’America, in occasione del centesimo anniversario dell’Indipendenza: se, per curiosità, vorrete vedere la fiaccola originale della statua,  sostituita nel 1916, non vi resterà che andare al museo della Liberty Island prima di proseguire con il vostro itinerario.

Terza tappa del  vostro viaggio dovrà sicuramente essere Times Square, piazza formata dall’incrocio tra Broadway e la settima Avenue, tra la 46° e la 47° strada nell’isola di Manhattan,. La piazza offre un grande spettacolo di luci e colori soprattutto di notte e la sua caratteristica principale è quella di essere ricoperta, quasi interamente, di cartelloni pubblicitari. Per avere un’idea di Times Square, dei suoi negozi e dei suoi teatri, potete recarvi sul sito earthcam che trasmette immagini in tempo reale dell’area.

Per calarvi nel mondo dell’arte potrete visitare il Museum of Modern art (MoMA), fondato nel 1929 per promuovere la cultura e la conoscenza dell’arte moderna e che, infatti, offre oltre alle tradizionali opere pittoriche e scultoree anche opere di design, film, video e fotografia. Il museo è situato sulla 53esima strada tra la quinta e la sesta Avenue e conserva quasi 300.000 opere. Per rimanere in tema, un altro interessantissimo museo d’arte moderna è il Solomon R. Guggenheim Museum, ubicato tra la Fifth Avenue ( la via dello shopping) e l’89th Street, che conserva importantissime opere del Postimpressionismo, Cubismo, Astrattismo, Espressionismo, Dadaismo e Surrealismo ed è considerato uno dei più importanti musei d’arte moderna al mondo.

Insomma, che voi siate appassionati di architettura, scultura, pittura o natura New York vi potrà davvero sorprendere Che altro visitare nella Grande Mela??? Non scordate di andare a vedere il ponte di Brooklyn e Ground Zero, la maestosità della St. Patrick Cathedral e ricordate che il mezzo migliore per muoversi a New York è la metro sotterranea(NY Subway): veloce, economica e puntuale perché sfreccia senza preoccuparsi del traffico e della frenesia delle strade affollatissime.

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.