Conosciuto principalmente come MoMA, il Museum of Modern Art si trova a Midtown Manhattan, a New York sulla 53° strada.

Nasce nel 1928 dalla mente della moglie di John D. Rockefeller Jr e di alcune sue amiche e non fu facile trovare i fondi necessari per avviare il progetto. E’ per questo che per anni il museo ha cambiato spesso sede fino a stabilizzarsi in quella attuale.

Inizialmente si trovava tutto in sei stanze del Manhattan’s Heckscher Building, all’angolo tra la 5° Avenue e la 57° Strada.

La fama a livello internazionale si deve alla retrospettiva dell’arte di Picasso nel 1939, mostra apprezzata dai critici di fama mondiale e presa come esempio per le successive.

Già la struttura stessa (progettata dal giapponese Yoshio Taniguchi, che l’ha “ridisegnata” nel 2002) può essere considerata un’opera d’arte in quanto al suo interno possiamo trovare la manifestazione di ogni forma artistica che può essere racchiusa in un edificio.

Ci sono pitture e sculture ma anche progetti di architetti, film,fotografie e una biblioteca che raccoglie 300000 tra libri e periodici.

E’ l’esempio pratico di come sia considerata “arte” ogni produzione della mente umana basata sulla tecnica e l’esperienza. Non per niente viene considerato il più importante museo di correnti moderne e contemporanee del mondo.

All’interno ci sono opere dei più grandi artisti conosciuti tra cui Salvador Dalí, Edgar Degas, Pablo Picasso, Claude Monet, Vincent Van Gogh, Vasily Kandinsky.

Il direttore del complesso è attualmente Glenn D. Lowry.

Il sito ufficiale del MoMA e http://www.moma.org, all’interno del quale è possibile trovare le novità in programma, gli orari e i costi con le agevolazioni, nonché riferimenti ad una comunità online che sta crescendo a vista d’occhio. Ho trovato particolarmente interessante al sezione “collection” che permette di effettuare una sorta di tour virtuale a testimonianza di come i confini e le barriere stiano man mano crollando a favore della condivisione del patrimonio umano.

Il costo del biglietto è di 20 dollari, un aumento rispetto ai 12 dollari che dovevano essere pagati prima dei lavori di rinnovamento del 2002/2004, prezzo che lo rende il museo più caro di New York City.

Nonostante questo però il flusso di turisti è di circa 2.5 milioni di persone ogni anno. E’ possibile infatti fare il New York Pass, che permette visite culturali e turistiche alle principali attrazioni della città usufruendo di notevoli sconti ed evitando lunghissime ed estenuanti file.

Collegato con i mezzi pubblici si trova lungo il percorso della linea metropolitana E.

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.