Prima di iniziare il nostro tour storico ci teniamo a ricordarvi di visitare questi luoghi con grande rispetto verso le religioni di cui sono dimora e di osservare le eventuali regole da seguire all’interno degli edifici durante la vostra visita.

Prima tappa: St.Pauls Chapel

Partiamo dalla St.Pauls Chapel, ovvero dalla chiesa più antica del quartiere di Manhattan, l’unica rimasta dall’epoca precedente alla Guerra d’Indipendenza e nella quale era solito recarsi George Washington sin dai tempi della sua elezione a Presidente, avvenuta nel 1789. L’edificio, che venne progettato da Thomas McBean e costruito nel 1766 secondo i canoni dello stile Georgiano, si staglia al 209 Broadway & Fulton Street in tutta la sua armonia strutturale. Visitandola, oltre ad ammirare la sua maestosità, potrete comprendere la grande importanza che questa chiesa ha assunto per gli americani dopo l’attentato dell’11 settembre 2001: infatti, nonostante si trovasse a pochi metri di distanza dalle Torri Gemelle, la struttura è rimasta in piedi e attualmente ospita una mostra permanente in memoria delle vittime del tragico evento.  

Seconda tappa: Cathedral of St.Jhon the Divine

Il secondo luogo da visitare assolutamente è la Cathedral of St.Jhon the Divine, costruita a partire dal 1892, situata al 1047 Amsterdam Avenue: si tratta della cattedrale neogotica più grande al mondo e la sua particolarità è quella di mostrare, in tutta la loro bellezza, oltre 150 vetrate realizzate a mosaico. Inoltre, spesso, è possibile assistere a concerti e rappresentazioni teatrali.

Terza tappa: Riverside Church

Questa chiesa, ispirata alla cattedrale francese di Chartes, fu completata nel 1930 e all’ interno del suo campanile ospita 74 campane. Potrete andare a visitarla recandovi al 490 Riverside Drive, 120th Street: dall’alto del campanile gotico alto circa 120 m, il Riverside Carillon, si può ammirare la parte nord di Manhattan e dell’Hudson River. 

Quarta tappa: Central Synagogue

Questa sinagoga, ubicata al 652 Lexington Avenue 55th Street, è la più antica in uso nella Big Apple. L’edificio, progettato nel 187o da Henry Fernbach in stile revival moresco, fu terminato nel 1872: all’esterno spiccano due torri alte m , sormontate da grandi cupole dorate. Dopo un disastroso incendio, divampato nel 1998, le vetrate presenti sul soffitto della navata sono state restaurate in modo da riflettere la luce e i colori originari.

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.