Completato nel 1930, il Chrysler Building è uno degli edifici simbolo della città di New York. Alto 319 metri detiene il titolo di edificio più alto al mondo fino al 1931, anno in cui sarà completata la costruzione dell’Empire State Building.

L’edificio si trova nell’east side di Mahnattan, all’incrocio tra la 42° strada e Lexington Avenue.

Fu costruito per l’omonima società automobilistica che vi fece il suo quartier generale fino al 1950; oggi posseduto da 2 società immobiliari, la Aba Dhabi Investment Council (90% ) e la Tishman Speyes Properties (restante 10%).

Interamente in stile Art Decò, l’edificio presenta una guglia di acciaio inossidabile con campate a 3 archi e finestre triangolari che ricordano molto il motivo dei radiatori delle auto di quei tempi.

2 set di luci montati all’interno della guglia, permettono di illuminarla ed offrire agli osservatori un effetto spettacolare durante la notte.
La colorazione delle luci può essere modificata, così come nell’Empire State Building, nelle occasioni speciali.

Il Chrysler building è considerato il “più bel grattacielo di New York” con 90 favorevoli su 100 della giuria americana composta da architetti, critici, ingegneri, storici d’arte, avvocati e studenti.

Nel 2007 fu classificato nono nella “Listo f America’s Favorite Architecture” dall’ American Insitute of Architects.

Cenni storici

L’edificio fu progettato dal William Van Alen su commissione di William H. Reynolds, appaltatore newyorkese costruttore del parco di divertimenti “Dreamland” a Coney Island.
Il progetto fu successivamente venduto a Walter P. Chrysler, che cercava una sede prestigiosa per la sua azienda.

La costruzione dell’edificio avanzo molto rapidamente (in media 4 piani a settimana) e nessun operaio morì durante i lavori. A quel tempo i costruttori di New York erano impegnati in una vera e propria gara per costruire il grattacielo più alto del mondo. In cara con Van Alen ed il suo Chrysler Building, H.Craig Severance stava costruendo il grattacielo Numero 40 di Wall Street (oggi chiamato Trump Building).

Nella gara, Severance aggiunse improvvisamente 2 ulteriori piani al suo edificio rivendicando così il titolo di edificio più alto al mondo (escludendo così il vecchio detentore del titolo, la Torre Eiffel).

Ciò non servì comunque a sconfiggere su Van Alen, poiché egli aveva già ottenuto l’autorizzazione alla realizzazione di una guglia in acciaio inossidabile di 38 metri.

La guglia fu eretta in cima all’edificio un pomeriggio del novembre 1929 rivendicando così il primato di edificio più alto.

Tuttavia gli sforzi di Van Alen furono pressoché vani poiché Walter Chrysler si rifiutò di parare la sua parcella.

L’apertura ufficiale al pubblico avvenne il 27 maggio 1930.

Arte e numeri

Iniziata la sua costruzione il 19 settembre 1928, la sua costruzione richiede l’impiego di 400 000 rivetti e quasi 4 milioni di mattoni posizionati manualmente.

Con i suoi 77 piani e la sua guglia in acciaio, il Chrysler building raggiunge un’altezza complessiva di 319 metri, 60 dei quali occupati dalla sua guglia.

Concepito per accogliere al suo interno, esposizioni di auto, al suo interno si trova un immenso salone. Dopo il restauro del 1978, è ancora oggi possibile ammirare le decorazioni di marmo, granito e acciaio. Di notevole interesse anche i suoi 18 ascensori le cui porte in legno mostrano decorazioni intarsiate con motivi che ricordano i fiori di loto.

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.