Times Center, 242 W 41st street
Inaugurazione: 19 marzo, ore 5:30

Dal 19 al 25 marzo la Regione Autonoma della Sardegna presenta, presso la prestigiosa sede del Times Center, la mostra “Solitude” della fotografa cagliaritana Daniela Zedda; seconda personale dell’artista a New York che segue l’allestimento dello scorso settembre di  “Mastros”, presso l’Italian Academy della Columbia University.
La mostra comprende 80 immagini, realizzate tra il 1984 ed il 2008 e pubblicate anche nell’omonimo volume uscito nel 2006. La Zedda, nel corso di questi anni, ha ritratto in concerto il fior fiore della musica jazz, rock and e blues del nostro tempo: da Nina Simone a Dizzie Gillespie, da Chick Corea a Michel Petrucciani, da Stan Getz a Herbie Hancock, da Ray Charles a Miles Davis, da Etta James a Horace Silver, da Keith Jarrett a B.B. King, da David Bowie a Eric Clapton. Ha seguito i grandi artisti nelle tappe dei loro tour nell’Isola: dal Festival “Jazz in Sardegna” di Cagliari, a “Rocce Rosse” di Arbatax, da “Musica sulle Bocche” di Santa Teresa di Gallura a “Time in Jazz” di Berchidda diretto da Paolo Fresu. E i luoghi che fanno da sfondo a questi concerti sono certo tra gli scenari più belli della perla del Mediterraneo.
Emblematica di questo lavoro è l’immagine di Michael Nyman al pianoforte, sulla spiaggia di Santa Teresa di Gallura alle prime luci dell’alba, con il mare piatto e cristallino sullo sfondo ed una barca a vela ormeggiata non lontano dalla riva, mentre il pubblico assorto, si gode il concerto in questo scenario incantato.
L’autrice ha deciso il titolo della mostra “Solitude”, in omaggio ai suoi protagonisti e al celeberrimo brano di Duke Ellington, nonché in quanto metafora dello stesso lavoro fotografico. E ha scelto di realizzare ritratti esclusivamente durante i concerti, catturando i momenti di massima espressività dei musicisti. La Zedda coglie il sorriso irresistibile di Dee Dee Bridgewater che sprigiona luce, la vitalità sprizzante e senza tempo di Jerry Lee Lewis, gli occhi magici di Miriam Makeba, l’energia meravigliosa di Herbie Hancock, la vis comica teatrale di Tito Puente alla batteria, il fascino della grande diva di Ute Lemper. Le foto hanno spesso forti contrasti di luce ed ombra, e, in alcuni casi sono riprese in un contesto piuttosto buio, in cui basta un dettaglio della composizione o un effetto di chiaroscuro per trasmettere un’intensa emozione.

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.